Corso di formazione
ARGOMENTI DI AUDIOLOGIA
02/04/2022
Quid Hotel Venice Airport
(Via Terraglio 15, 30174 Venezia)

EVENTO RES
ID ECM 349464 crediti 4

Lago nebbioso

Obiettivo nazionale/regionale di Educazione Continua in Medicina a cui fa riferimento l’attività Formativa: 

DOCUMENTAZIONE CLINICA. PERCORSI CLINICO-ASSISTENZIALI DIAGNOSTICI E RIABILITATIVI, PROFILI DI ASSISTENZA - PROFILI DI CURA

Razionale:

Il deficit uditivo permanente rappresenta il più comune deficit sensoriale dell’infanzia: la prevalenza di questa condizione è del 1-3% alla nascita ma si raddoppia in età scolare; negli immigrati e nei paesi poveri arriva ad essere 10 volte più alta.

Sappiamo che il bambino ipoacusico è a rischio altissimo per quanto riguarda lo sviluppo comunicativo, linguistico, cognitivo, psicologico e sociale.

Tutte le evidenze scientifiche di questi ultimi venti anni indicano la necessità, attraverso programmi di screening e di sorveglianza audiologica, di una diagnosi precoce  e di un precoce intervento riabilitativo, obiettivi realizzabili soltanto con una presa in carico multidisciplinare del bambino ipoacusico

OBIETTIVO GENERALE

Scopo di questo corso è fornire raccomandazioni basate sull’evidenza circa l’identificazione precoce, la diagnosi, la presa in carico  e i relativi interventi di tipo chirurgico, protesico e riabilitativo dei bambini con deficit uditivo.

 

OBIETTIVI SPECIFICI DEL CORSO

Al termine del corso i discenti sapranno condurre un inquadramento delle ipoacusie in epoca neonatale e pediatrica distinguendo le forme congenite da quelle acquisite, conoscendo le forme sindromiche e quelle genetiche e sapendone valutare sede, meccanismi patogenetici e grado della perdita uditiva;

Saranno in grado di conoscere l’impatto dei diversi tipi e gradi  di ipoacusia relativamente allo sviluppo linguistico, cognitivo, neuropsicologico e sociale del bambino; conosceranno le più comuni disabilità in comorbidità con il deficit uditivo

Avranno acquisito competenze nel campo delle ipoacusie trasmissive, distinguendo tra quelle permanenti, associate a malformazioni craniofacciali, e quelle più spesso transitorie, come le otiti medie effusive, conoscendo, circa queste ultime, le possibili opzioni terapeutiche.

Sapranno condurre una corretta anamnesi familiare e personale circa i fattori di rischio audiologici;

Conosceranno le tempistiche e le modalità del percorso di identificazione precoce delle ipoacusie, dallo screening uditivo neonatale universale, all’utilizzo dei  principali esami audiometrici in pediatria, al monitoraggio e alla sorveglianza del bambino nei primi anni di vita allo scopo di intercettare le ipoacusie sfuggite allo screening neonatale o ad esordio tardivo.

I discenti acquisiranno anche nozioni relative ai criteri di protesizzazione, agli ausili complementari,alle protesi acustiche, alla selezione dei bambini candidati all’impianto cocleare, ai risultati riabilitativi, alla riabilitazione logopedica, al ruolo della famiglia e del pediatra di famiglia